Uno sguardo alla Formula E

Onda Lucana

Il futuro motoristico sarà ibrido se non ancor meglio elettrico. La tensione verso un’innovazione tecnica che sia sempre più sostenibile e meno impattante sull’ambiente passa inevitabilmente da questa considerazione. E indubbiamente, uno dei business sportivi più redditizi al mondo non poteva restare a guardare.

Questa è la intuizione che sta dietro al progetto lanciato in via informale dal presidente della FIA Jean Todt, che durante una cena a Parigi con Alejandro Agag e Antonio Tajani, ha esposto l’idea di una categoria riservata a vetture elettriche nell’ormai lontano 2011. L’obiettivo, allora lungimirante, dell’ex team manager Ferrari, insieme al presidente dell’Addax Capital, attuale capo del circus della Formula E era quello di creare un campionato che fosse in grado di dimostrare il potenziale della mobilità sostenibile nel contributo alla creazione di un mondo migliore e più pulito.

L’attuale presidente della Commissione Europea rimase piacevolmente colpito dalla proposta, convinto che potesse dare una…

View original post 415 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Fornito da WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: